Per soddisfare i requisiti di trasparenza della legislazione, le Società Benefit sono tenute a redigere la relazione annuale di impatto da allegare al bilancio e pubblicare sul sito aziendale.

Requisiti di reportistica in Italia

Per essere correttamente redatta la relazione di impatto deve includere:

  1. la descrizione degli obiettivi specifici, delle modalità e delle azioni attuati dagli amministratori per il perseguimento delle finalità di beneficio comune e delle eventuali circostanze che lo hanno impedito o rallentato;
  2. la valutazione dell’impatto generato utilizzando lo standard di valutazione esterno con caratteristiche descritte nell’allegato 4 della legge e che comprende le aree di valutazione identificate nell’allegato 5 (governo d’impresa, lavoratori, altri portatori d’interesse, ambiente)*
  3. una sezione dedicata alla descrizione dei nuovi obiettivi che la società intende perseguire nell’esercizio successivo.

*La legge ha adottato come riferimento per la relazione di impatto l’architettura del B Impact Assessment (BIA) sviluppato a partire dal 2006 da B Lab. Questo strumento è disponibile gratuitamente, anche in Italiano, ed è già stato adottato da oltre 55.000 aziende nel mondo. Tuttavia altri standard, purché soddisfino i requisiti di correttezza, trasparenza e completezza, possono essere utilizzati, trovate qui alcuni riferimenti. La legge sulle Società Benefit specifica gli obblighi di reportistica ai commi 383 e 384.

I requisiti di trasparenza servono non solo per informare il pubblico sugli impatti sociali e ambientali complessivi della Società Benefit, ma anche per informare gli amministratori in modo che siano meglio in grado di esercitare il loro ruolo, e gli azionisti in modo che possano esercitare i loro diritti. La corretta redazione e pubblicazione della relazione di impatto diventa strumento fondamentale per le Società Benefit per adempiere agli obblighi di trasparenza rispetto alla creazione di beneficio comune, sia generale che specifico. Le Società Benefit sono soggette alle disposizioni in materia di pubblicità ingannevole e al controllo da parte dell’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato.

Esempi di relazioni di impatto:

Di seguito sono riportati alcuni esempi di relazioni di impatto pubblicati. Si prega di notare che questi rapporti sono di aziende situate negli USA e in Italia e quindi ciascuna giurisdizione può essere soggetta a diverse specifiche.

Nativa Srl SB (2016)

Nativa Srl SB (2015)

Patagonia (2016 – USA)

Patagonia (2015 – USA)

King Arthur Flour (2016 – USA)

Badger (2016 – USA)

Singularity University (USA)